01 giugno, 2021

A sud di Bella Ciao, nuovo progetto con possibilità di crowdfunding.


A sud di Bella Ciao
 è il nuovo progetto di un ottetto formato da importanti nomi della musica popolare italiana: Riccardo TesiLucilla GaleazziElena LeddaAlessio LegaNando CitarellaMaurizio GeriGigi BiolcatiClaudio Carboni.

Pubblichiamo volentieri la presentazione del nuovo progetto, invitandovi a partecipare al crowdfunding.

Vi scriviamo perché in qualche modo siamo venuti in contatto in questi ultimi sette anni, quando il nostro spettacolo - omaggio a quello originale di cinquant’anni prima - esordì a Milano per non fermarsi più.
Siete venuti a trovarci in Italia e all’estero, in una tournée infinita che ormai tocca quasi le cento date. E non è solo orgoglio professionale: con noi viaggia la musica popolare, le belle canzoni d’amore, di lavoro e di resistenza che, presentate così, cantano quella Storia che non si trova nei libri. Una storia di diritti e di cultura: Bella Ciao ha avuto successo perché è più che un concerto: è un affresco sonoro del mondo popolare.

Ora vi chiediamo di darci una mano per un nuovo progetto discografico e live. Era tempo che volevamo dare un seguito al Bella Ciao guardando più a Sud, sulla scia dell’altro grande spettacolo storico del 1966  Ci ragiono e canto con la regia di Dario Fo. Ai bei canti delle mondine, delle filandere, volevamo aggiungere le pizziche delle tabacchine, le tamurriate dei Lazzari napoletani, le serenate d’amore dei cantastorie siciliani, ecc. Quei ritmi indiavolati e quei canti struggenti che mescolano la rabbia alla gioia, il sentimento alla passionalità, la storia alla speranza.

Per questo mettiamo a punto un nuovo repertorio e registriamo un nuovo disco con brani celebri, mescolati ad altri sconosciuti, suite tematiche in cui le diverse tradizioni si incontrano e si mescolano, dove la pizzica salentina si fonde con l’argia della Sardegna, dove la villanella del seicento   si trasforma in tammurriata con omaggi ai grandi cantori popolari come Rosa Balistreri e Matteo Salvatore. Siamo profondi ammiratori dei colleghi che da decenni fanno viaggiare queste perle. Noi facciamo il nostro rispettoso omaggio al loro lavoro, inserendo e mescolando questi brani per un disco-spettacolo al contempo nuovo e antico, per cercare nei canti dell’altroieri le ragioni del futuro.
Se volete e potete contribuire a questo progetto vi chiediamo di farlo col sistema ormai consueto del crowdfunding. Abbiamo iniziato in sordina qualche giorno fa, ma non nascondiamo l'auspicio di superare la cifra richiesta.

La descrizione più in dettaglio di ciò che conterrà il disco la trovate nella pagina dedicata, sul sito di raccolta fondi. Sempre a quella pagina troverete via via gustosi video che - facendovi sbirciare le prove - anticipano la musica e mostrano i nostri protagonisti all’opera.

Questo è il link per scegliere come contribuire

Questo è il filmato di presentazione dello spettacolo

13 maggio, 2021

Barga Jazz 2021, regolamento e concorso

 

Barga Jazz 2021

Giunge alla sua XXXII edizione il Concorso Internazionale di Arrangiamento e Composizione per Orchestra Jazz di Barga, più brevemente Barga Jazz, quest'anno dedicata a John Surman.

Per uno come il sottoscritto che ha seguito Barga Jazz quasi ininterrottamente dall'edizione del 1988 ritrovare oggi questa manifestazione, unica nel panorama dei festival jazz d'Italia (per non dire del mondo), viva e vegeta dopo inenarrabili vicissitudini umane, economiche e artistiche è una sensazione rassicurante. Barga Jazz, grazie all'idea primigenia di Giancarlo Rizzardi, si è rivelata una palestra da cui sono passati e cresciuti musicisti oggi all'apice di una carriera internazionale e basare un festival sulla "scrittura musicale" per una big band, non può essere spacciato per un festival qualsiasi, ovvero una serie di musicisti che si esibiscono su un palco. No.

Qui si stratta di rinchiudere in un teatro venti musicisti e fargli provare per giorni musiche scritte da altri musicisti, in una vera e propria accademia del cimento dove i protagonisti sono alla fine tutti: chi esegue sul palco e chi scrive arrangiamenti (quest'anno su pezzi di John Surman, appunto) e brani scritti di sana pianta, originali.

Insomma è un festival avvincente e fuori dagli schemi, entusiasmante e sempre diverso. Da non perdere.

Chi volesse partecipare ecco il link del regolamento, mentre chi volesse invece assistere ai concerti che occuperanno tutto il mese di agosto, ma anche in luglio a Barga ci sarà musica jazz un po' ovunque.

Maggiori info: http://bargajazz.it.

Stefano Cavallini

25 aprile, 2021

25 Aprile 2021 - 76 anni dalla Liberazione

Dagli Archivi della Resistenza di Fosdinovo ecco le informazioni sul festival on line "Fino al cuore della rivolta" per la festa del 25 aprile 2021

Vi aspettiamo domenica 25 dalle ore 9 per la trasmissione streaming che faremo sui nostri social (Facebook, Youtube, Instagram... tutte le info su www.archividellaresistenza.it)

Saranno con noi: Moni Ovadia, Maurizio Maggiani, David Riondino, Dario Vergassola, Bobo Rondelli, Ascanio Celestini, Cisco, Marino Severini e Sandro Severini (The Gang), Yo Yo Mundi, Banda Osiris, Giancane, Alessio Lega, Massimo Ferrante, Gualtiero Bertelli, Luca Lanzi (La casa nel vento), Sandra Boninelli, Andrea Satta e Angelo Pelini (Tetes de Bois), Pierpaolo Capovila (Omaggio a Vladimir Majakovskij), Finaz, Nevruz, Antonio Lombardi, Steve Lunardi, Aurora Loffredo Cosimi,  Claudio Cormio, Coro Garibaldi d’assalto e Pardo Fornaciari, Davide Giromini, Paolo Capodacqua, Marco Rovelli, Elena Imperatore, Bianca Giovannini “la Jorona”, Michelangelo Ricci e Il Teatro dell’Assedio, Rocco Francesco Pelosi & The Bouncing Brothers, De’ Soda Sisters, Bobo Santo Otera, E Zezi - Gruppo Operaio, Matteo Procuranti, Enrico Gas Gastardelli, WUM (Carmen Famiglietti e Massimo d’Avanzo), Los Caimanos, Simone Coppellini, Gigi Biolcati e Emanuela Scotti, I Pixel, I tre folkettieri, Marina Corti e Bruno Podestà, WUM, La banda degli ottoni a scoppio, ROM (Rifugio Orchestra Musicale), Rocco Marchi, Francesca Baccolini, Guido Baldoni, Francesco Sansalone, Maz Vilander & Makadam Zena con Mike fC, Bataquaerch, Gianmaria Simon, Coro 16 agosto, Antonio Perretta e Jonathan Lazzini

Le istituzioni e associazioni della Memoria: ANPI Massa Carrara, Cleofe Filippi (Paesaggio della Memoria), Massimo Dadà (Museo Audiovisivo della Resistenza di Fosdinovo), Walter Massa (Arci Liguria),  Gianluca Mengozzi (Presidente Arci Toscana), Massimo Cortesi  (Presidente Arci Lombardia), Massimo Maisto (Arci Emilia Romagna), Emanuele Buttitta (Fondazione Ignazio Buttitta), Stefano Arrighetti (Istituto Ernesto de Martino.

Non mancheranno i contributi di